Come aiutare il coniglio a sopportare il caldo

Estate: sole, aria aperta, serate con gli amici, divertimento, caldo!

coniglio-rimedio-anti-caldo

L’estate è la stagione che preferisco perché posso spogliarmi (letteralmente e metaforicamente) di tutto ciò che mi ha imbrigliata durante l’inverno, per sentirmi libera, fresca, aperta alle novità.

Il sole mi riempie di allegria, energia e vitalità, ma il caldo eccessivo può rappresentare un vero problema. Gli esperti consigliano di bere di più, proteggersi con una bandana o un cappellino, rinfrescarsi con spugnature o bottigliette d’acqua e prediligere l’ombra. Ok, ma i nostri conigli?

Come aiutarli a sopportare il caldo estivo, per di più se è afoso?

Ecco 10 consigli utili e facili da seguire per far vivere una serena estate anche al tuo orecchiuto con la pelliccia:

  1. Regalagli un tappetino o un asciugamano, congela due bottigliette di acqua e usale alternativamente mettendogliele vicino. Ci si sdraierà accanto o le leccherà per rinfrescarsi. In alternativa alle bottiglie puoi usare anche i ghiaccioli per le borse frigo. Fai però attenzione che non li rosicchi e non li buchi, perché spesso il liquido che contengono è tossico.
  2. Bagnagli le orecchie, avendo cura di non far entrare l’acqua all’interno per evitare otiti e infezioni: bagnati le mani e poi accarezzagli le orecchie, dall’attaccatura sulla testa fino alla punta. Le orecchie sono ricche di vasi sanguigni e fungono da termoregolatori (come la lingua dei cani), perciò rinfrescarle è molto utile per abbassare la temperatura corporea del tuo coniglietto.
  3. Avvolgigli attorno alle orecchie un fazzoletto bagnato e ben strizzato (uno per orecchio). Per gli arieti è un po’ difficile perché con le orecchie pendenti i fazzoletti tendono a scivolare. Eventualmente applica il punto 2).
  4. Recupera una piastrella o una mattonella (da qualche parte in cantina, in soffitta o in garage ce n’è sempre qualcuna avanzata), puliscila per bene e poi infilala nel frigorifero per un paio di ore. Quando sarà ben fresca mettila a disposizione del tuo coniglietto. Molto probabilmente ci si sdraierà sopra o accanto.
  5. Procurati dei mattoni forati e delle bottigliette di acqua in plastica. Congela le bottiglie in freezer e una volta ghiacciate infilale sotto o dentro ai buchi dei mattoni. Il tuo coniglio si sdraierà accanto ai mattoni o sopra e sentirà il freschino che arriva dalle bottiglie gelate. In questo modo, il fresco durerà ancora di più. Anche in questo caso puoi sostituire le bottigliette con i ghiaccioli per le borse frigo (i mattoni poi li proteggono dall’attacco dei dentoni del coniglio ^_^).
  6. Cambia spesso l’acqua nel beverino o nella ciotola nell’arco della giornata. In questo modo sarà sempre fresca e pulita.
  7. Offri al coniglio quelle verdure e quei frutti ricchi di acqua che normalmente non gli daresti perché scarsi in elementi nutritivi (in aggiunta agli ortaggi “normali”, al fieno e all’erba): insalata romana, torciglione, insalata belga, insalata riccia, scarola, indivia, insalata gentilina, valeriana, cetrioli. Sì a zucchini,peperoni e pomodori, ricchi d’acqua ma anche di vitamine.
    Con moderazione perché zuccherini: melone, mela,mango, anguria (senza semi), kiwi, fragola, ciliegia, pesca, albicocca.
  8. Non lasciare il coniglio sotto il sole diretto, senza angoli riparati e ombreggiati: i conigli sono molto soggetti ai colpi di calore perché non sudano e quindi non hanno la possibilità di buttare fuori il calore interno e i liquidi non evaporano attraverso la pelle.
  9. Se possibile riserva una zona lievemente ventilata al suo alloggio.
  10. Non puntare il condizionatore o il ventilatore direttamente sul coniglio per evitare che si ammali.

 

Lascia un commento