CORRETTA IGIENE E CURA DEL CONIGLIO

Il coniglio è un animale per natura estremamente pulito e passa molto tempo a pulirsi accuratamente.

Non ha bisogno quindi di essere pulito da noi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La pulizia della lettiera e degli accessori è di estrema importanza.

La lettiera può essere lavata con acqua calda ed aceto.

Non usate detersivi profumati o candeggina!

Beverini e ciotole vanno ovviamente puliti.

Anche i conigli amano vivere nel pulito!

 
Toelettatura e cura del mantello

 

 

 

 

Molto importante e’ la toelettatura del coniglio. Sebbene siano degli animali estremamente puliti, e passino la maggior parte del tempo toelettandosi, ogni tanto hanno bisogno del nostro intervento.

Per esempio, durante la stagione estiva occorre spazzolare il mantello per rimuovere il pelo morto che, se ingerito in grande quantità potrebbe portare anche ad un blocco intestinale, specialmente durante la muta, momento molto delicato e dove perdono veramente un sacco di pelo, sarà bene quindi spazzolarli anche tutti i giorni.

Dobbiamo intervenire nel caso si sporcasse di diarrea o di qualcosa che sarebbe pericoloso se lo ingerisse, passiamo un panno bagnato in acqua tiepida e poi asciughiamolo il più possibile.

Il coniglio non ha bisogno del “bagnetto”, avete mai sentito un coniglio puzzare? (a meno che non sia rinchiuso in una gabbia sporca e puzzolente!)

A lavarsi ci pensa da solo e poi sarebbe traumatico e rischierebbe un infarto o una polmonite.

Per i conigli a pelo lungo (d’angora) la cura del mantello è molto importante!

Deve essere spazzolato tutti i giorni per evitare che i peli si annodino causando anche dolore e lacerazione alla pelle sensibile del coniglio. In estate si puo’ anche accorciare il pelo dal veterinario o un toelettatore (esperto in tosatura dei conigli).

 

 

Pulizia particolare di zone sporche 

Quando il pelo è particolarmente sporco possiamo pulirlo con un panno umido e dell’acqua tiepida, asciugando poi per bene con un asciugamano.

Ci sono coniglietti che non si puliscono bene e tendono a sporcarsi di urina e feci, perchè magari sono troppo anziani o hanno difficoltà nei movimenti. In questi casi è bene pulire spesso le parti intime sempre con acqua tiepida, asciugando bene dopo.

Se il pelo è lungo consigliamo di tenerlo accorciato per facilitare la pulizia e per evitare che la pelle delicata si arrossi o si paghi.

Il bagno al coniglio NON SI DEVE FARE!

Spesso su internet si trovano video di persone che fanno il bagno al coniglio!! NON FATELO!!!!

A lavarsi ci pensa da solo e poi sarebbe traumatico e rischierebbe un infarto o una polmonite.

La muta

Più volte l’anno il coniglio cambio di pelo, questo periodo si chiama muta.

Il coniglio durante i cambiamenti di temperatura (primavera-autunno) ha una perdita naturale del pelo, e capiterà di ritrovarci veramente tanto pelo sparso per casa.

Potremmo notare il pelo anche nelle feci del coniglio:

Feci unite dai peli ingeriti, più frequente nel periodo della muta

peli lunghi si staccano e spunta il nuovo mantello

 

 

Cosa fare durante la muta

E’ importante spazzolare in questo periodo il coniglio in maniera da togliere più pelo possibile per evitare che lo ingerisca in grande quantità, cosa che gli potrebbe causare gravi ostruzioni intestinali, visto che il coniglio non vomita.

La soluzione più semplice e togliere il pelo direttamente con le mani mentre lo accarezziamo! I ciuffi di pelo si tolgono facilmente perchè sono già staccati dalla pelle e quindi non creano dolore.

Più pelo togliamo meglio è!

 

 A volte in mute molto forti alcune zone del corpo possono rimanere senza pelo, non è un problema il pelo ricrescerà in breve tempo.

 

Tratto da : www.lavocedeiconigli.it

Lascia un commento