Dieta e formazione di sedimento di calcio nelle urine del coniglio

Un alimento a base di fieno di erba può essere indicato per la prevenzione dell’urolitiasi, secondo uno studio
I conigli assorbono dalla dieta più calcio (Ca) di quanto ne necessitino e il surplus è escreto con le urine, che quindi contengono una tipica sabbia o “fango” (sludge). Ciò rende i conigli suscettibili alla formazione di uroliti contenenti calcio. Tuttavia, dato il contenuto di calcio della dieta dei soggetti allevati all’aperto e le limitate segnalazioni di sabbia urinaria e contenuto di calcio nei lagomorfi all’aperto è possibile ipotizzare che i conigli siano naturalmente adattati a elevati carichi urinari di questo minerale.

In uno studio, 4 gruppi di conigli ibridi New Zealand [n = 28, età iniziale 5-6 settimane) venivano nutriti con una dieta in pellet consistente di solo fieno di erba medica (L, Ca 2,32% sostanza secca), erba medica:avena 1:1 (LG, Ca 1,36%), solo fieno di erba (G, Ca 1,04%) o erba:avena 1:1 (GG, Ca 0,83%) per 25 settimane, con acqua disponibile ad libitum. La dieta non veniva integrata con Ca, fosforo o vitamina D.

I conigli nutriti con le diete LG e GG assumevano meno cibo e acqua, eliminavano meno feci e urine, crescevano più rapidamente e avevano una massa corporea maggiore  (attribuibile principalmente al tessuto adiposo). La digeribilità apparente del calcio diminuiva nell’ordine L-LG-G/GG. I soggetti nutriti con dieta L avevano reni più grandi e più pesanti, più sedimento urinario all’esame ecografico e un maggiore contenuto di calcio urinario rispetto agli altri gruppi. Nessun animale mostrava segni di urolitasi/calcinosi all’esame radiografico, ecografico o patologico macroscopico. L’esame istologico di rene/aorta indicava solo sporadicamente depositi di calcio, senza differenze sistematiche tra i gruppi.

Nelle condizioni dello studio, il contenuto di calcio del fieno delle leguminose non sembrava problematico per il coniglio e altri fattori, quali l’assunzione di acqua e il livello di attività, possono essere importanti nel contribuire allo sviluppo di urolitiasi nei pazienti veterinari. Tuttavia, a causa del basso contenuto di calcio del fieno di erba, del grado significativamente inferiore di formazione di sabbia e dell’assunzione di acqua significativamente maggiore correlati all’alimentazione con fieno di erba, le diete dominate da quest’ultimo sono consigliabili per i conigli in cui si intenda prevenire l’urolitiasi, concludono gli autori.

“Influence of diet on calcium metabolism, tissue calcification and urinary sludge in rabbits (Oryctolagus cuniculus).” Clauss M, Burger B, Liesegang A, Del Chicca F, Kaufmann-Bart M, Riond B, Hässig M, Hatt JM. J Anim Physiol Anim Nutr (Berl). 2012 Oct; 96 (5): 798-807.

Maria Grazia Monzeglio Med Vet PhD

Lascia un commento