Il colore degli occhi: i Melanociti

Negli esseri umani ma anche in diverse specie di animali, il colore degli occhi è determinato dalla quantità  di luce che viene riflessa dal diaframma, una struttura muscolare che controlla la quantità  di luce che entra nell’occhio.

La gamma di colori degli occhi può variare dal blu al nocciola al marrone , dipende dal livello di pigmento melanina immagazzinato nei melanosoma (‘pacchetti’ di pigmento nei melanociti dell’iride).
Gli occhi azzurri contengono minime quantità  di pigmento all’interno di un piccolo numero di melanosomi.
Iridi dagli occhi verde-nocciola mostrano livelli di pigmento medio in un numero moderato di melanosomi , mentre per i marroni gli occhi sono il risultato di alti livelli di melanina immagazzinati in molti melanosomi.

 

Coniglio : Colori Occhi

(clicca sulle miniature)

MARRONE
browneyetumbeye-brown3beye-brown1beye-brown2b eye-brown4b
Tra i conigli, il gene che produce gli occhi marroni è dominante, e quindi il colore più comune dell’ occhio di coniglio è il marrone.
BLU

Varie tonalità di blu  sono meno comuni 
BLU/GRIGIO

Varie tonalità di  grigio sono meno comuni

ROSA
Una mutazione nella struttura di una proteina transmembrana altera il trasporto di eumelanina attraverso le membrane cellulari impedendone la pigmentazione

 

 

Casi particolari Influenza esterna Influenza interna
Rosso rubino
Non  proprio un ‘colore degli occhi’


Sono conigli albini, e gli occhi rossi sono un prodotto della loro mancanza di pigmenti di melanina. Poichè non è presente nessun pigmento di melanina, non c’è colore e ciò che vediamo rosso è in realtà il colore dei vasi sanguigni all’interno del occhio.
Marmorizzata








Parte della iride è di colore diverso rispetto al resto.
FLASH DELLA FOTO
 
Effetto artificiale prodotto dal flash durante la foto.
Cataratta “Bianco”


Una condizione medica in cui il cristallino dell’occhio diventa progressivamente opaco, con conseguente visione offuscata. Se l’ occhio del coniglio appare internamente bianco bisogna consultare al più presto il veterinario

 

Lascia un commento