IL RIPENSAMENTO

Bene! Tutto sembra stia procedendo per il meglio. Non resta che, come ultimo step, contattare il ragazzo che dovrebbe adottare a giorni definitivamente il coniglietto e assicurarmi che avesse tutto pronto; che fosse ben informato sulla gestione, che avesse messo in sicurezza almeno una stanza (e non una gabbia!). Inoltre assicurarmi che conoscesse i veterinari adatti e che era pronto a portarlo al più presto ad una prima visita di controllo per coccidi e vaccini.

Il ragazzo inizialmente per telefono mi dice che ama tutti gli animali, ma parlando scopro che in realtà lui non ha mai avuto una esperienza diretta con i conigli ma li aveva avuti la madre. Lo trovo alquanto impreparato, dal “mangime” alla “gabbia” e comunque non lo sento affatto convinto di questa adozione in quanto mi riferisce che in questo periodo è molto impegnato tra studio e lavoro.  😯

Dopo un po infatti mi ricontatta Sara e mi conferma che questo ragazzo con un semplice messaggio si scusa ma ci ha ripensato in quanto in questo periodo non è sicuro che se ne potrà occupare al meglio. Ammette che informandosi un minimo sui siti che gli avevo suggerito, non pensava fosse impegnativo gestire un coniglio tra alimentazione, spazio libero in casa, cure, vaccini …  👿  (ed eccone un altro che credeva che i conigli vivono chiusi in gabbia e che fossero dei peluche a “bassa manutenzione” !!  👿 )

Sara mi inoltra l’ SMS ricevuto e ci eravamo già capiti! Non potevamo assolutamente affidarlo a lui ne insistere… ANZI!!!

A questo punto Sara si offre di tenerlo in stallo in attesa di poterci d accertare di affidarlo a persone responsabili e con le potenzialità di offrire quella vita degna che volevo donargli!

 

Lascia un commento