Le regole fondamentali appena prendete un coniglietto

La prima regola fondamentale da seguire immediatamente ( e sottolineo immediatamente!!!) non appena prendete con voi un coniglietto è di recarvi da un veterinario esperto in esotici nella vostra zona! Non recatevi assolutamente da un “bravo” veterinario generico che magari vi ha consigliato un amico o un parente o lo stesso che segue i vostri amati cani e gatti!!!!

Purtroppo la quasi totalità  di veterinari (anche se espertissimi per cani e gatti!) non hanno nemmeno una formazione base per conigli,cavie e furetti in quanto non previsti nel corso di studi di veterinaria come animali da compagnia! I conigli hanno una anatomia e fisiopatologia ben diversa e complicata e per una corretta informazione anche di base, i veterinari seguono a proprie spese dei corsi di formazione e di costante aggiornamento su questi animaletti non più studiati come razze da “carne” o da “allevamento” ma come pet-domestici e quindi con una vita media di 8-10 anni!!

Questi corsi avanzati permettono al veterinario di esser qualificato come “ESPERTO IN ESOTICI” il che vuol dire che saprà  sia visitarlo correttamente che darvi i corretti consigli e cure per il vostro pelosetto.

Una lista ben aggiornata suddivisa per Regione la troverete qui:
LISTA VETERINARI ESPERTI IN ESOTICI

Quindi FISSATE IMMEDIATAMENTE un appuntamento per la prima visita! Questa visita è davvero fondamentale in quanto il veterinario oltre ad analizzare lo stato generale del coniglietto, lo stato dei denti, gonfiore addominale, stato delle zampe e confermare il sesso, effettuerà  un esame delle feci per la ricerca dei COCCIDI.

L’esame si fa portando 20-30 “palline” (le cacche) della giornata in un contenitore sterile per urine o semplicemente in un bicchierino di plastica. Il veterinario provvederà  ad analizzare queste palline di escrementi, sbriciolandole e mettendole in una soluzione isotonica e quindi analizzarla al microscopio alla ricerca di eventuali coccidi.

fecinormali

L’esame costa intorno ai 10 euro e spesso è incluso nella visita. I coccidi sono la causa più frequente di morte improvvisa soprattutto nei cuccioli. I coccidi sono parassiti intestinali invisibili a occhio nudo e spesso asintomatici. Ne sono affetti la stragrande maggioranza di cuccioli acquistati in negozi e allevamenti in quanto fortemente contagiosa soprattutto tra cuccioli.

Se all’ esame il coniglietto è positivo ai coccidi, non allarmatevi! E’ frequentissimo e curabilissimo con del normale antibiotico specifico (va bene anche il Bactrim sciroppo) per 10 giorni. Se non curato invece la probabilità  di non-sopravvivenza è elevato!

Seconda regola fondamentale: Non fidatevi mai di ciò che vi raccontano i negozianti o gli allevatori! Quasi sempre sono informazioni errate volte più alla vendita che alla salute stessa del coniglio. In altri casi invece le informazioni che vi daranno saranno errate in buona fede e solo per cattiva conoscenza della fisiologia del coniglietto e delle sue necessità  comportamentali!

LASCIATE CHE SIA IL VETERINARIO ESPERTO IN ESOTICI A DARVI LE GIUSTE INFORMAZIONI!!!!

Un commerciante pur di vendere facilmente, vi dirà  che il coniglietto vive bene chiuso nella gabbia che vi venderà , che mangia solo fieno, pellet in busta e snack colorati vari. Vi dirà  che costa poco mantenerlo, che è ideale per far giocare i bambini e che va daccordo sempre con cani e gatti; che non serve il veterinario e che i vaccini sono inutili se vive in casa (Niente di più sbagliato!!!). Il giusto veterinario specializzato è l’unico che saprà  darvi le corrette informazioni sull’ alimentazione, la gestione e la cura del vostro nuovo animale domestico.

Seconda regola fondamentale sono I VACCINI che in genere vengono programmati già  al compimento del secondo mese di vita.

I vaccini fondamentali per i conigli sono 2:

contro la MIXOMATOSI e

contro la MALATTIA EMORRAGICA VIRALE (MEV).

Si tratta di due malattie molto aggressive e pericolose, facili da prevenire e scongiurare con un semplice vaccino e ben difficili da curare! La trasmissione avviene fondamentalmente per la puntura di insetti comuni come la zanzara, i tafani o alcuni tipi di mosche e questo spiega perchè un coniglio anche se vive in casa non è immune a queste malattie in quanto può esser comunque punto!

Terza regola da seguire sempre è programmare con il veterinario la data per la  STERILIZZAZIONE/CASTRAZIONE  quando l’apparato riproduttivo si sarà  completamente sviluppato (in genere dopo il sesto mese). Ricordatevi che un coniglio non sterilizzato non avrà  una bella vita perchè sarà sottoposto incessantemente a delle vere e proprie tempeste ormonali che lo renderanno nervoso e stressatissimo, inoltre nelle femmine è anche una questione di prevenzione di tumori, piometra e altre malattie spesso mortali e molto frequenti dopo il secondo/terzo anno di vita.

 

Lascia un commento