Razza coniglio: Conosciamo l’ ARIETE

Nel corso degli anni sono state selezionate molte varietà di razze di conigli, di ogni taglia e colorazione della pelliccia. Una delle più antiche varietà di coniglio domestico è rappresentata dal Coniglio ariete, riconosciuto dall’American Rabbit Breeders Association (ARBA) come una razza vera e propria, a sua volta suddivisa in cinque diverse tipologie:

  1. l’Inglese, di taglia media (riconosciuto sia negli Stati Uniti che in Europa);
  2. il Francese, di taglia grande (riconosciuto anch’esso);
  3. l’American Fuzzy, un coniglio ariete con la pelliccia tipica del coniglio d’Angora (riconosciuto solamente negli Stati Uniti);
  4. l’Ariete Piccolo, di taglia piccola, riconosciuto col nome Mini Lop negli Stati Uniti e Dwarf Lop nel Regno Unito;
  5.  l’Ariete Nano, un coniglio nano, riconosciuto col nome Holland Lop negli Stati Uniti e Miniature Lop nel Regno Unito, molto diffuso in Italia.

La storia del Coniglio ariete

arietegrande

La varietà Inglese è la prima attestata nella storia ed è apparsa nel Regno Unito durante l’età vittoriana. In quel periodo registrò una notevole diffusione, di fatto, contribuendo allo sviluppo della pratica di allevamento dei conigli come animali da compagnia. Sino ad allora, infatti, il coniglio era considerato una semplice fonte di carne e pelliccia. Per trovare un’altra varietà dovremo attendere la prima metà del novecento, con la nascita di quella francese, probabilmente frutto dell’incrocio di quella inglese con esemplari di coniglio gigante fiammingo. Questa seconda varietà si diffuse rapidamente in tutta l’Europa centrale sino ad essere importata negli USA, non prima del 1970 però. La storia del Coniglio ariete nano (poi noto negli U.S.A. come Holland Lop e nel Regno Unito come Miniature Lop) risale al 1949, ovvero, all’opera dell’allevatore olandese Adrian DeCock che iniziò a lavorare su questa nuova varietà incrociando gli ariete francesi con dei conigli nani olandesi, ottenendo, nel 1964, la varietà . Nel 1972 Bob Herschbach rinvenì, invece, la varietà oggi nota come “ariete piccolo” o “ariete nano”, in occasione di una mostra di conigli tenuta ad Essen, in Germania, dove era conosciuta con il nome di Klein Widder.

Le caratteristiche del Coniglio ariete

La caratteristica più evidente che contraddistingue il coniglio ariete sono le lunghe orecchie cadentiai lati della testa, la cui lunghezza viene, generalmente, misurata dalla punta di un orecchio alla punta dell’altro. Il peso del coniglio ariete può variare da 1 Kg sino agli 7/8 kg circa. Tutte le varietà sono caratterizzate da un temperamento molto docile. L’ariete inglese è di taglia media. Ha una struttura corporea snella e delicata, difficilmente pesa più di cinque chili ed è la varietà che, in proporzione, ha le orecchie più lunghe. L’ ariete nano non supera i 2 kg di peso e le sue orecchie non arrivano mai fino a terra.

Cura del coniglio ariete

Il coniglio ariete, come in natura vive nella sua tana, in casa vive nella sua gabbietta ma non deve esservi rinchiuso per tutto il giorno!!! il coniglio deve considerarla come un rifugio e dovrebbe essere sempre aperta in modo da potersi muovere e andare in giro per casa quando lo desidera. Nella gabbia si deve stendere una buona lettiera che deve essere pulita ogni giorno e un piccolo contenitore-mangiatoia dove mettere il suo cibo e un abbeveratoio da cui puo’ dissetarsi, controllate che abbia sempre tutto quel di cui ha bisogno alla mattina e alla sera (in natura i conigli sono animali crepuscolari!) Non dimenticate che il coniglio ariete adora rosicchiare qualcosa quindi prestate particolare attenzione ai cavi! Quanto detto per i conigli in generale, vale soprattutto per il coniglio ariete: non afferrateli mai per le orecchie! Sono molto delicate e, soprattutto, svolgono un compito importantissimo, poiché regolano la sua temperatura corporea. Questo vuol dire che devono essere tenuti in mano e sollevati da terra con estrema delicatezza, anche perché la loro ossatura è molto fragile e questo li rende inadatti ad essere maneggiati da bambini piccoli.

Il Coniglio ariete nano

Caratteristiche del coniglio ariete nano

La razza del coniglio ariete nano o Ariete Olandese è stata riconosciuto ufficialmente solo nel 1980 e rappresenta la razza Ariete con la taglia più piccola. La distanza tra le due punte dell’orecchie deve essere compresa tra i 24 e i 28 cm. Le sue caratteristiche principali, oltre alle orecchie pendule, consistono nel corpo raccolto e arrotondato sia davanti che dietro, nelle zampe corte ed esili, la coda piccola ed aderente al corpo, la testa di forma sferica e la fronte larga. I suoi occhi sono molto grandi, tondi e ben aperti. La nuca è molto corta e non si riesce a vedere il suo collo. Le sue zampe sono molto corte, forti e diritte; quelle anteriori poggiano a terra solo leggermente. Ilconiglio ariete nano può superare anche i 7 anni, se riceve le giuste attenzioni.

Standard del coniglio ariete nano

Le varietà di colore sono molteplici, tanto è vero che gli standard di razza ammettono qualsiasi colore, ad eccezione dell’argentato. Il corpo deve essere corto e la muscolatura forte. La testa non deve essere troppo fine e non deve assolutamente mancare la corona. A differenza di altre razze di conigli, il portamento delle orecchie o almeno di una di esse, deve essere eretto e la loro lunghezza totale deve essere compresa tra i 24 cm e i 28 cm. La pelliccia deve essere folta. Nei conigli pezzati, si predilige la prevalenza del bianco. Possono essere portati ad una mostra solo i coniglinon sviluppati sessualmente, in relazione alla categoria.

Lascia un commento